La Playa de El Saler

Gita in bici a la Playa de El Saler

La Playa de El Saler è, a parere mio, la più bella spiaggia di Valencia. Ancora più bella se ci si arriva in bicicletta dalla città. Si trova a 15 km da Valencia, nel bel mezzo del parco naturale de la Albufera

Arrivare in bicicletta a El Saler

Ed ecco il racconto del viaggio: si parte da Valencia città, attraversando il parco del Turia, fino all’altezza dell’Oceanografic. Dopo di che si prosegue per la comodissima pista ciclabile, in direzione di Pinedo.

Si percorre il cavalcavia sulla ferrovia Valencia – Alicante, per poi, proseguendo, attraversare il ponte sul fiume Turia.

Passato il ponte si raggiunge Pinedo, località dalla bellissima spiaggia, anche se, forse, un po’ troppo vicina al porto, che rovina il panorama.

Qui inizia la parte bella del percorso, completamente su pista ciclabile, senza dover in nessun momento passare in mezzo alle auto.

Si costeggia il lungomare e, a tratti, si passa attraverso un sentiero in mezzo alla vegetazione arborea. In seguito, si possono vedere diversi orti (qui l’orticoltura è molto diffusa) e si giunge ad una spiaggia chiamata L’Arbre del Gos (L’albero del cane in lingua Valenciana). Questa spiaggia è frequentata da cani e da nudisti.

Nell’ultimo tratto, prima di arrivare a destinazione, si percorrono alcune passarelle in legno. Il panorama è molto bello, in mezzo alla natura, fiancheggiando le dune.

La Playa de El Saler

Dopo 15 km dalla partenza, si raggiunge finalmente El Saler. Questa località è caratterizzata da 3 ambienti diversi: un primo sistema di dune, che inizia dalla spiaggia, protetto e ricoperto di vegetazione per lo più erbacea. Un secondo sistema di dune, allontanandosi salla spiaggia, ricoperto di vegetazione arborea mediterranea. Infine, attraversata la strada statale che collega Valencia con El Saler, El Palmar, El Perellonet, El Perelló e giú, fino a Cullera e Gandía, lo splendido lago de La Albufera.  Questo è il lago più grande di tutta la Spagna, utilizzato per l’allevamento delle anguille.

Questo territorio ha subito negli anni ’60 gli effetti della speculazione edilizia, che mirava a costruire diversi quartieri residenziali per i turisti ed ha distrutto in parte il sistema di dune. Fortunatamente, grazie alle proteste dei residenti, si è messo fine a questa distruzione ed è stato costituito il parco naturale de la Albufera.

Attualmente il sistema di dune nella località de El Saler è in buono stato e tutelato. Arriva fino alla splendida spiaggia, composta di sabbia e di ciottoli, con il mare dal colore turchese e le acque trasparenti.

Ci sono doverse installazioni per i pic nic, ma, in estate, sono sempre insufficienti, per il numero di turisti che si riversa su questa spiaggia.

E’ possibile raggiungere El Saler, anche in auto o in autobus, con il numero 25 della EMT, che, in estate, viene supportato anche dall’altra società, la Metrobus, che collega Valencia con la periferia. A mio avviso, purtroppo, la frequenza di questi autobus è un po’ bassa e gli autobus, in estate, sono spesso strapieni.

Oltre a visitare la Playa de El Saler, consiglio di seguire i diversi percorsi organizzati in mezzo alla foresta, i quali permettono di staccare dal ritmo cittadino e di rilassarsi in mezzo alla natura.

Lascia un commento